Wall Street, altra giornata di trimestrali

Analisti preoccupati dalle nuove accuse di Trump alla Cina

azionario
Wall Street chiude in calo, sui minimi di seduta, timori per negoziati Usa-Cina

Per il secondo giorno di fila gli indici a Wall Street hanno chiuso in calo. L'S&P 500 ha vissuto la seduta peggiore delle ultime tre settimane e per ha terminato sotto la soglia psicologica dei 3mila punti, che aveva conquistato in chiusura il 12 luglio scorso.

Gli investitori già impegnati a digerire una serie di trimestrali deludenti, come quella dell'operatore ferroviario CSX (-10,27%), hanno puntato sulle vendite nell'ultima parte della seduta sulla scia di un articolo del Wall Street Journal secondo cui i negoziati commerciali tra Usa e Cina sono in stallo mentre Washington valuta come e di quanto permettere alle aziende americane di fare business con la cinese Huawei (a maggio finita nella 'lista nera' del governo Usa).

Bank of America ha finito in rialzo, ma a sua volta sui minimi intraday, nel giorno di utili record.

Il DJIA ha ceduto lo 0,42% a quota 27.219,85. L'S&P 500 ha perso lo 0,65% a quota 2.984,42. Il Nasdaq Composite ha registrato un ribasso dello 0,46% a quota 8.185,21.

economia
Fed: Usa cresciuti a passo "modesto", timori da incertezze commerciali

L'economia statunitense ha continuato a espandersi negli Stati Uniti tra metà maggio e l'inizio di luglio. È quanto si legge nel rapporto della Fed chiamato Beige Book, elaborato ogni sei settimane sulla base delle informazioni raccolte fino all'8 luglio nei 12 distretti in cui opera la banca centrale statunitense. Redatto in vista della riunione del 30 e 31 luglio prossimi, il rapporto indica che ci sono stati pochi cambiamenti rispetto all'edizione precedente del documento.

Tra le aziende americane c'è un generale ottimismo per il futuro anche se ci sono diffuse incertezze legate a questioni commerciali. "L'outlook è generalmente positivo per i mesi a venire, con aspettattive per una continua crescita modesta nonostante preoccupazioni diffuse date dal possibile impatto negativo dato dall'incertezza commerciale", si legge nel documento che verrà usato dalla banca centrale a fine mese, quando è dato per scontato un taglio dei tassi.

azionario
Wall Street: indici poco mossi, segnali preoccupanti dal settore trasporti

Gli indici a Wall Street restano poco mossi e sotto la parità. L'S&P 500 è dunque in calo per la seconda volta di fila dopo giornate cinque in aumento che solo lunedì avevano spinto l'indice benchmark a un nuovo record. Il listino è scivolato sotto i 3mila punti conquistati per la prima volta il 10 luglio.

Gli investitori sono alle prese con le trimestrali aziendali e si domandano se il settore dei trasporti, considerato un precursore dell'andamento dell'economia in generale, stia lanciando dei segnali preoccupanti. Il gruppo CSX, spceializzato nel trasporto merci su rotaia, sta vivendo la peggiore seduta dal 2008 con un calo del titolo del 10,5% per via di conti deludenti. Il Ceo James Foote, da oltre 40 anni attivo nel settore, ha spiegato nella call con gli analisti che "le condizioni economiche mondiali e in Usa sono state insolite quest'anno e questo ha pesato sui nostri volumi". Per lui il contesto attuale è il più "sconcertante mai vissuto nella mia carriera". Il vicepresidente esecutivo di CSX, Mark Kenneth Wallace, si aspetta un rallentamento del Pil nel terzo e quarto trimestre alla luce di "un indebolimento del contesto industriale", in particolare nei comparti auto, chimico e dei metalli.

Tutto ciò non fa che aumentare i timori per la tenuta dell'economia mentre si avvicina il giorno X della Federal Reserve: è dato per certo che il 31 luglio la banca centrale tagli i tassi anche se non mancano analisti secondo cui una tale mossa ancora non serva. Quella della banca centrale potrebbe però essere una mossa "preventiva" a fronte di vari rischi incluse le tensioni commerciali tra Usa e Cina.

Bank of America nel frattempo viaggia sui massimi intraday (+1,5%) grazie a utili record. Tuttavia, il suo bilancio - come quello di Citi, Jpm e Wells Fargo - dimostra come tassi più bassi stiano pesando sui margini di profitto del settore bancario.

Il Dow cede lo 0,2% a quota 27.283. L'S&P 500 perde lo 0,3% a quota 2.995. Il Nasdaq segna un -11% a 8.214. Il petrolio ad agosto al Nymex scivola dello 0,7% a 57,2 dollari con un calo delle scorte settimanali Usa più contenuto del previsto.

azionario
Wall Street parte all'insegna della cautela, BofA corre dopo i conti

La seduta a Wall Street è iniziata con indici poco mossi all'indomani di quella che per l'S&P 500 era stata la prima giornata in perdita dopo cinque di fila in aumento.

Gli investitori sono impegnati a digerire le trimestrali aziendali tra cui quella di Bank of America: il titolo della seconda banca Usa più grande in termini di asset avanza (+0,9%) dopo avere perso terreno nel pre-mercato. Il gruppo ha battuto le stime con i suoi utili record ma ad avere deluso è stato il secondo calo consecutivo degli introiti generati dai prestiti concessi. Nella call a commento dei conti, il direttore finanziario ha anticipato una ulteriore debolezza di questo dato, specialmente se la Federal Reserve taglierà i tassi due volte nel 2019 a cominciare dal mese in corso. E' un problema che è emerso anche dai conti di Citi, Jpm e Wells Fargo.

Dopo i primi minuti di scambi, il DJIA cede lo 0,10% a quota 27.307. L'S&P 500 perde lo 0,05% a quota 3.002. Il Nasdaq Composite segna un -0,03% a quota 8.220. Il petrolio ad agosto al Nymex avanza dell'1,15% a 58,28 dollari in attesa delle scorte Usa, che potrebbero essere scese per la quinta settimana di fila.

Wall Street: future poco mossi, Bank of America non festeggia conti

I future a Wall Street sono poco mossi all'indomani di quella che per il Dow Jones Industrial Average è stata la prima seduta in calo dopo quattro di fila in rialzo di cui due da record. L'indice delle 30 blue chip ieri aveva raggiunto nuovi massimi intraday nel corso della giornata, poi finita sotto la parità.

La stagione delle trimestrali continua con Bank of America (-0,3%) che non riesce nel pre-mercato a festeggiare conti migliori del previsto. La seconda banca più grande degli Usa dopo JP Morgan in termini di asset ha registrato 7,35 miliardi di dollari di utili nel secondo trimestre e ricavi per 23,08 miliardi. Tuttavia, come successo a Jpm e Wells Fargo, il gruppo ha subito un calo (il secondo di fila) degli utili risultanti dalla differenza tra gli introiti derivanti da asset che generano interessi e il costo per finanziarli. Il fatto che la Federal Reserve possa tagliare i tassi a fine mese complica l'outlook delle attività bancarie legate ai prestiti.

Dal fronte macroeconomico, i permessi per le costruzioni, che anticipano l'attività futura del settore edilizio, hanno subito il crollo maggiore dal marzo del 2016 pari a un -6,1%.

I future del Dow salgono dello 0,01%, quelli dell'S&P 500 aumentano dello 0,02% e quelli del Nasdaq aggiungono lo 0,06%.

Il petrolio ad agosto al Nymex avanza dell'1,2% a 58,31 dollari in attesa delle scorte Usa, attese in calo per la quinta settimana di fila e già sui minimi di tre mesi.

economia
Usa: permessi edilizi a giugno -6,1%, maggiore calo dal 2016

A giugno i nuovi cantieri edili avviati negli Stati Uniti sono scesi più delle stime. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio americano, l'indice che misura l'avvio di nuovi cantieri ha registrato un calo dello 0,9% su maggio al tasso annualizzato pari a 1,253 milioni di unità. Il dato è peggiore delle previsioni degli analisti, che attendevano un decremento dello 0,7%. Su base annuale c'è stato un incremento del 6,2%.

I permessi per le costruzioni, che anticipano l'attività futura del settore edilizio, hanno subito il crollo maggiore dal marzo del 2016 pari a un -6,1% a 1,220 milioni di unità contro un consenso per un -0,3%. Su base annua i permessi hanno registrato un -6,6%.

Il dato di maggio relativo ai nuovi cantieri è stato rivisto, a -0,4% da -0,9%.

Amazon
Commissione Ue apre indagine su Amazon per violazione concorrenza

La Commissione europea ha aperto un'inchiesta antitrust su Amazon. L'obiettivo è capire se la società di e-commerce abbia sfruttato a proprio vantaggio i dati sensibili provenienti dai rivenditori indipendenti che operano sulla sua piattaforma, violando le regole della concorrenza. "I consumatori europei acquistano sempre più online e per questo dobbiamo fare in modo che le grandi piattaforme online non eliminino i benefici conseguenti con comportamenti anticoncorrenziali: per questo motivo ho deciso di verificare le pratiche commerciali di Amazon e il suo duplice ruolo di 'marketplace' e rivenditore, per vedere se l'azienda rispetta le regole della concorrenza" ha dichiarato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager. "Fornendo un mercato per venditori indipendenti, Amazon raccoglie continuamente informazioni sulle attività svolte sulla sua piattaforma e l'indagine preliminare della Commissione rivela che Amazon utilizza informazioni sensibili riguardanti i venditori, i loro prodotti e le loro transazioni sul mercato". Se dovesse risultare colpevole, Amazon potrebbe ricevere una multa fino al 10% dei suoi ricavi annuali globali. Amazon ha reso noto che "coopererà pienamente" con la Commissione europea.

Banche
BofA: utile II trim. +8% a 7,3 mld, sopra stime, ricavi 23,1 mld

Profitti in rialzo dell'8% e superiori alle attese per Bank of America, nel secondo trimestre. Nei tre mesi a giugno, la banca statunitense ha messo a segno un utile per 7,35 miliardi di dollari, 74 centesimi per azione, contro i 6,78 miliardi, 63 centesimi per azione, dello stesso periodo dell'anno scorso; i ricavi sono saliti del 2% da 22,5 a 23,08 miliardi di dollari. Gli analisti attendevano profitti per 71 centesimi ad azione e ricavi per 23,11 miliardi.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Richieste di nuovi mutui per la settimana conclusa il 13 luglio alle 7 (le 13 in Italia). Precedente: -2,4%.

Avvio di nuovi cantieri per il mese di giugno alle 8:30 (le 14:30 in Italia). Nuovi cantieri. Precedente: -0,9% a 1,269 milioni di unità. Consensus: +0,1% a 1,27 milioni di unità. Permessi edilizi. Precedente: +0,3% a 1,294 milioni di unità. Consensus: -0,3% a 1,29 milioni di unità.

Scorte di petrolio per la settimana conclusa il 13 luglio alle 10:30 (le 16:30 in Italia). Precedente: -9,499 milioni di barili a 458,992 milioni di barili. Scorte di benzina. Precedente: -1,455 milioni di barili a 229,187 milioni di barili. Scorte di distillati. Precedente: +3,729 milioni di barili a 130,517 milioni di barili. Utilizzo della capacità degli impianti: Precedente: 94,7%.


Appuntamenti societari

Trimestrale di Bank of America alle 6:45 (le 12:45 in Italia).

Trimestrale di Abbott Laboratories prima dell'apertura dei mercati.

Trimestrali di Alcoa, eBay, Ibm e Netflix dopo la chiusura dei mercati.


Altri appuntamenti

Il Fondo monetario internazionale lancia il suo External Report alle 9:30 (le 15:30 in Italia). La capo economista Gita Gopinath terrà una conferenza a Washington.

La Federal Reserve pubblica il Beige Book alle 14 (le 20 in Italia).

George Esther, presidente della Fed di Kansas City, parla alle 12:30 (le 18:30 in Italia).