Wall Street attende le parole di Powell in Congresso: si va verso un taglio dei tassi a fine luglio?

Il governatore della Fed testimonierà davanti a due commissioni; dalle sue parole, nuovi indizi sulla riduzione del costo del denaro
AP

Il governatore della Fed, Jerome Powell, avrà l'opportunità, nei prossimi giorni, di rafforzare o mettere un freno alle aspettative dei mercati per un taglio dei tassi alla fine di luglio, nei sue due interventi attesi in Congresso. Powell testimonierà davanti alla commissione dei Servizi finanziari della Camera nella giornata di mercoledì e alla commissione Bancaria del Senato il giorno seguente; i parlamentari statunitensi, naturalmente, gli porranno delle domande sull'economia e la politica della Fed.

La sua testimonianza segue un rapporto sull'occupazione molto forte a giugno, che ha fatto crescere dei dubbi sulla possibilità che la Fed tagli i tassi a luglio. Lo scorso mese, sono stati creati 224.000 posti di lavoro, molti di più rispetto ai 165.000 attesi dagli analisti; il rapporto ha mandato i rendimenti dei Treasury decennali sopra il 2 per cento e ha rafforzato il dollaro sulle altre valute. La prossima decisione della Fed sui tassi è attesa il 31 luglio.

In settimana, il mercato riceverà altri indizi sulla politica della Fed, a partire dalla pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione della stessa Banca centrale, in programma mercoledì. Giovedì, è atteso l'importante dato sui prezzi al consumo, per valutare l'andamento dell'inflazione; venerdì, poi, è atteso l'indice dei prezzi alla produzione. La speranza di un taglio dei tassi ha sostenuto gli indici azionari, nel corso dell'ultima settimana: Dow Jones Industrial Average, S&P 500 e Nasdaq Composite hanno raggiunto livelli record; anche il settore tech ha raggiunto livelli record, con una crescita superiore all'1%, con il settore dei servizi di comunicazione cresciuto più del 2 per cento. Secondo gli esperti, gli indici subiranno una violenta oscillazione se Powell dovesse allontanare l'ipotesi di un taglio dei tassi.

Difficile immaginare, comunque, che all'interno della Fed si raggiunga l'unanimità su una decisione. All'ultimo incontro, il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, ha dissentito con la linea sostenuta dagli altri di mantenere i tassi invariati; nei giorni scorsi, la presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester, si è detta contraria a un taglio, affermando che i tassi dovrebbero restare invariati per un po'. Tra gli analisti, c'è chi ipotizza persino un taglio di 50 punti base.

Il presidente Donald Trump ha più volte criticato la Federal Reserve perché ancora non ha tagliato i tassi. Secondo lui, la banca centrale "non sa quello che sta facendo". Con una riduzione del costo del denaro, che Trump chiede dallo scorso anno, l'economia statunitense crescerebbe "come un razzo".

Altri Servizi

Media: la Cina pronta a discutere un "accordo parziale" con gli Usa

Per Bloomberg e Ft, Pechino offre l'acquisto di più prodotti agricoli
Ap

La Cina è pronta a discutere "un accordo parziale" con gli Stati Uniti. Secondo Bloomberg, che cita una fonte con conoscenze dirette dei negoziati, Pechino è pronta a un possibile accordo, a condizione che il presidente Donald Trump non imponga più dazi sui prodotti cinesi, nemmeno quelli già programmati per questo mese e per dicembre. Secondo la stessa fonte, Pechino ha intenzione di offrire alcune concessioni, come l'aumento dell'acquisto di prodotti agricoli statunitensi, che però non riguardano il fulcro della contesa tra le due maggiori potenze mondiali. 

a24

Il tiramisù di Tolmezzo sarà l’ospite d’onore all’Eataly di Chicago domani 9 ottobre. Il celebre dolce sarà utilizzato per promuovere l’enogastronomia regionale del Friuli Venezia Giulia. A raccontare la ricetta del celebre dolce e la sua storia sarà Daniele Macuglia, tolmezzino e Visiting Research Fellow presso il Neubauer Collegium for Culture and Society presso l'Università di Chicago. All’evento saranno presenti anche Sergio Emidio Bini, Consigliere per gli Affari Economici della Regione Friuli Venezia Giulia, e Giovanni Da Pozzo, Presidente della Camera di Commercio di Pordenone – Udine e Promos Italia (Agenzia italiana per l'internazionalizzazione). 

Wall Street attende i negoziati Usa-Cina

Le trattative ad alto livello riprenderanno giovedì a Washington
AP

Wall Street, si guarda ai negoziati Usa-Cina

Indizi contrastanti sul possibile esito delle trattative, che ripartono oggi a Washington
AP

Montgomery (Alabama) elegge il suo primo sindaco afroamericano

Si tratta del giudice Steven Reed, 45 anni

Montgomery, capitale dell'Alabama (Stati Uniti), ha eletto il suo primo sindaco afroamericano in 200 anni di storia. Il giudice Steven Reed, 45 anni, ha vinto il ballottaggio contro l'uomo d'affari David Woods con un ampio margine, avendo ottenuto circa il 67% dei voti.

Pentagono invia 3.000 truppe in Arabia Saudita

Nonostante proclami per minore coinvolgimento militare nella zona
AP

Gli Stati Uniti invieranno nuove truppe in Arabia Saudita nonostante i proclami del presidente americano Donald Trump che vorrebbe un minore coinvolgimento militare statunitense in Medio Oriente.

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Pechino apre a "un accordo parziale", secondo Bloomberg e Ft
AP

La Cina fa guerra alla Nba: colpa di un tweet su Hong Kong

Il general manager degli Houston Rockets ha espresso sostegno ai manifestanti per la democrazia
Ap

La televisione di Stato CCTV ha deciso di sospendere la trasmissione in Cina delle partite della preseason della Nba. La decisione è frutto di uno scontro iniziato venerd" scorso, quando Daryl Morey, general manager degli Houston Rockets, squadra della Nba molto seguita in Cina, ha scritto un tweet di sostegno per le manifestazioni a favore della democrazia a Hong Kong; il tweet è stato poi cancellato, quando ormai era tardi per evitare l'ira di Pechino.

Hunter Biden lascerà il board di un fondo di investimento cinese

Il figlio del candidato democratico si dimetterà da BHR e non lavorerà per nessuna società straniera in caso di elezione del padre alla Casa Bianca
Ap

Ucrainagate, l’ambasciatore americano nell'Ue parlerà al Congresso: "Ho avuto rassicurazioni da Trump"

Secondo il Washington Post Gordon Sondland dichiarerà che il Tycoon lo rassicurò sul fatto che non c’erano legami tra gli aiuti a Kiev e la richiesta di indagare Biden
AP