Wto: caso Airbus, Usa possono imporre dazi per 7,5 mld a export Ue

Washington contro Bruxelles sui sussidi alla società aerospaziale
Ap

Gli Stati Uniti potranno imporre dazi per 7,5 miliardi di dollari sulle esportazioni dell'Unione europea, visti i sussidi concessi da Bruxelles alla società aerospaziale Airbus. Lo ha annunciato l'Organizzazione mondiale del commercio (Wto), confermando le indiscrezioni di stampa degli ultimi giorni. La decisione mette fine a una parte della battaglia che va avanti da 15 anni tra Boeing e Airbus sugli aiuti di Stato; la Wto dovrà emettere una sentenza su un altro caso, questa volta dell'Unione europea contro i sussidi statunitensi a Boeing, attesa per la prima metà del 2020.

Secondo le regole del Wto, Washington può imporre dazi su qualsiasi prodotto proveniente dall'Unione europea, dagli aerei al cibo, dalle bevande alcoliche a moto e biciclette; l'Unione europea, che ha presentato il proprio ricorso al Wto contro gli Stati Uniti nove mesi dopo, potrà probabilmente comportarsi allo stesso modo, in mancanza di un accordo con Washington, visto che viene considerato probabile un pronunciamento a suo favore nel caso contro Boeing. L'amministrazione Trump ha preparato una lista di prodotti europei da colpire del valore di 21 miliardi di dollari; Bruxelles ha risposto con una lista da 20 miliardi. Washington potrebbe imporre dazi del 100% sulle vendite negli Stati Uniti di Airbus, che dovrebbe consegnare nel Paese 280 aerei tra il 2020 e il 2021.

Altri Servizi

Wall Street preoccupata dal coronavirus

Dati in programma: vendite di case nuove, indice manifatturiero Fed di Dallas
AP

Terzo caso di coronavirus in Usa; i morti in Cina salgono a 56

Oltre 2.000 i casi accertati in tutto il mondo
U.S. Department of Defense

Gli Stati Uniti hanno confermato la presenza di una terza persona infetta dal coronavirus proveniente dalla Cina e che continua a diffondersi pericolosamente in tutto il mondo. Si tratterebbe di una persona in California che e’ stato a Wuhan, la citta’ della Cina centrale da dove si crede abbia origine il virus.

Inizia la difesa di Trump nel processo di impeachment al Senato

Difesa avra' 3 giorni a disposizione per presentare i propri argomenti
AP

Dopo i tre giorni concessi all’accusa per le argomentazioni iniziali nel processo di impeachment contro il presidente statunitense Donald Trump, oggi e’ il turno della difesa. Ad inaugurare i tre giorni a disposizione della difesa ci ha pensato il consigliere della Casa Bianca, Pat Cipollone.

Wall Street, preoccupa il coronavirus

Si teme l'emergenza sanitaria mondiale
AP

Wall Street, l'Oms rassicura sul coronavirus

Lo considera un'emergenza sanitaria in Cina, non nel. mondo
AP

Sanders stacca tutti in Iowa

Il senatore del Vermont ha il 25% delle preferenze secondo l’ultimo sondaggio
Ap

Bernie Sanders ha staccato tutti gli altri candidati alle primarie democratiche. Stando a un nuovo sondaggio del New York Times/Siena College, il senatore del Vermont ha il 25% delle preferenze tra gli elettori che dovrebbero andare a votare ai caucus del prossimo 3 febbraio.

Ambiente, Trump cancella norma di Obama a difesa dei fiumi

 Accontentati agricoltori e costruttori

L'amministrazione Trump ha messo a punto una norma che eliminerà le protezioni ambientali per corsi d'acqua, paludi e altri corpi idrici, consegnando un'importante vittoria ad agricoltori, produttori di combustibili fossili e grandi costruttori, contrari alle regole imposte dalla presidenza Obama. Dal primo giorno alla Casa Bianca, scrive il New York Times, il presidente Donald Trump diceva di voler abrogare il "Waters of the United States" di Obama, inviso ai proprietari terrieri rurali. La nuova norma, che entrerà in vigore nelle prossime settimane, è solo l'ultimo passo compiuto dall'amministrazione attuale per eliminare o indebolire le leggi o i regolamenti a difesa dell'ambiente voluti da Obama, un pacchetto di regole "orribile", "distruttivo", "uno dei peggiori esempi dell'eccessivo intervento federale", secondo Trump. 

Trump presenta il suo piano di pace per il Medio Oriente: "È l'ultima possibilità per i palestinesi"

Gerusalemme capitale indivisa di Israele, riconosciuta la sovranità sulle colonie. Ai palestinesi uno Stato indipendente, con alcune zone di Gerusalemme Est come capitale, entro quattro anni.
iStock

"Oggi Israele compie un grande passo verso la pace". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, annunciando dalla Casa Bianca il suo piano per il Medio Oriente. Il suo piano, ha detto, è stato approvato dal premier Benjamin Netanyahu e dal leader dell'opposizione, Benny Gantz. Trump ha ringraziato Netanyahu, presente durante la presentazione del piano, "per aver compiuto un passo così coraggioso".

Wall Street vuole ripartire dopo la peggiore seduta da ottobre

Giornata di trimestrali e dati macro. Attesa anche per il piano di pace in Medio Oriente di Trump
AP

Trump: "I palestinesi reagiranno male, ma l'accordo di pace è positivo per loro"

Il presidente Usa svelerà nei prossimi giorni il suo piano
Ap

"Sono sicuro che forse reagiranno negativamente in un primo momento, ma in realtà è molto positivo per loro. Hanno un sacco di incentivi". Questo il commento del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sulla possibile reazione dei palestinesi all'accordo di pace in Medio Oriente; l'amministrazione statunitense sta lavorando da tempo a un piano.