Wto: la Ue continua a fornire sussidi illeciti ad Airbus. Boeing festeggia

Non ha rispettato una decisione di un panel dell'organizzazione svizzera. Washington minaccia "contromisure" se non ci sarà compliance
iStock

L'Organizzazione mondiale del commercio sostiene che "l'Unione europea e quattro suoi Stati membri - Francia, Germania, Spagna e Regno Unito - hanno fallito nel rispettare una decisione di un panel del Wto mantenendo sussidi illegali al produttore europeo di aerei Airbus".

Secondo la World Trade Organization (Wto), le violazioni sono legate a prestiti dalle condizioni favorevoli fatti dai governi europei ad Airbus per il superjumbo A380 e per il jet a lunga tratta A350, che competono con il Dreamliner 787 dell'americana Boeing.

Così facendo il Wto spiana la strada agli Stati Uniti, ora più vicini a imporre potenziali ritorsioni commerciali per miliardi di dollari contro la Ue visto che - è la tesi di Washington - quei sussidi hanno leso Boeing.

Per quest'ultimo gruppo si tratta di una "decisione storica". La Ue ha promesso una "azione rapida" per rispettare le regole del Wto e Airbus ha detto che servono solo "ritocchi minori" per farlo.

Robert Lighthizer, il rappresentante commerciale degli Stati Uniti, ha detto che la decisione odierna del Wto "conferma una volta per tutte che la Ue ha da tempo ignorato le regole della Wto e, cosa peggiore, i sussisi Ue sono costati alle aziende americane dell'aerospazio decine di miliardi di dollari in ricavi persi". Secondo Lighthizer, gli Usa porteranno avanti "contromisure" a meno che la Ue non onori la compliance.

Dennis Muilenburg, il Ceo di Boeing, ha sostenuto che "la decisione odierna invia un messaggio chiaro: il mancato rispetto delle regole e i sussidi illeciti non sono tollerati". Per lui, "il successo commerciale di prodotti e servizi dovrebbe essere sostenuto dal loro merito e non da azioni distorte di mercato". Nei mesi a venire l'organizzazione con sede a Ginevra (Svizzera) dovrebbe pronunciarsi su un caso equivalente sollevato dalla Ue contro presunti sussidi Usa a favore di Boeing ma c'è chi si aspetta che il caso si trascini per anni.

Al Nyse il titolo Boeing ha ridotto le perdite; da inizio 2018 ha guadagnato il 16% e negli ultimi 12 mesi quasi l'88%. A Parigi, Airbus ha chiuso in calo dello 0,86% a 96,26 euro, intorno ai massimi intraday. Da inizio anno l'azione è salita del 16% e negli ultimi 12 mesi del 30%.

Altri Servizi

L’euforia del mercato azionario statunitense è razionale?

L'analisi di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac
Carmignac

di Didier Saint-Georges*

A Wall Street piace la marijuana: performance 'stupefacente' di Tilray

Il titolo del produttore canadese arrivato a guadagnare fino al 94%. Dall'Ipo di luglio +1.100% circa. Il gruppo punta sul beverage e sul pharma

Tilray, produttore canadese di cannabis, ha appena archiviato una seduta sull'ottovolante a Wall Street, confermando una performance 'stupefacente' da quando il gruppo si è quotato sul Nasdaq il 19 luglio scorso. Da allora, quando debuttò il borsa a 17 dollari, l'azione che oggi ha raggiunto un record intraday a 300 dollari ha guadagnato oltre il 1.100%.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Facebook verificherà l'autenticità di video e foto

Attenzione non solo ad articoli e link. Ricorrerà a segnalazioni di utenti e tecnologia per individuare "nuovi formati visuali di disinformazione"

Continuano gli sforzi di Facebook volti a individuare i contenuti falsi che circolano sulla sua piattaforma. Con l'aiuto di persone e strumenti tecnologici, il social network verificherà l'autenticità di immagini e video testati.

Bitcoin: verso standard globali contro il riciclaggio, boom di mining illecito

La Financial Action Task Force punta a un quadro normativo uniforme. La Cyber Threat Alliance lancia l'allarme sulla generazione illegale di valite digitali

Sono sempre più vicini gli standard globali contro il riciclaggio di denaro realizzato attraverso criptovalute. La Financial Action Task Force (FATF) creata a questo proposito si riunirà a ottobre e c'è ottimismo affinché venga trovata un'intesa su una serie di standard. "E' essenziale che vengano fissati degli standard globali da usare in modo uniforme", ha dichiarato Marshall Billingslea, il presidente della FATF mentre la Cyber Threat Alliance pubblicava un rapporto secondo cui gli hacker stanno generando illegalmente Bitcoin, Monero e altre valute digitali attraverso uno strumento (Eternal Blue) sviluppato presumibilmente dalla National Security Agency per sfruttare falle di un software Microsoft.

Nafta: Usa e Canada tornano a trattare

Sembra difficile che un accordo possa essere raggiunto entro la scadenza del 30 settembre
AP

A Washington sono ripresi i negoziati tra Usa e Canada per riscrivere il North American Free Trade Agreement (Nafta), l'accordo di libero scambio siglato nel 1994 e che include anche il Messico. E' stato il presidente americano, Donald Trump, a spingere affinché il Nafta - giudicato "l'accordo peggiore di sempre" - fosse rivisto.

Wall Street non teme i nuovi dazi Usa contro la Cina

I mercati sembrano reagire bene alla nuova mossa del presidente Trump
iStock

Jack Ma 'tradisce' Trump: Alibaba non creerà più 1 mln di posti di lavoro in Usa

La promessa si fondava su "partnership amichevole tra Usa e Cina e relazioni commerciali razionali"
ap

La Cina ammette: in "difficoltà" ma no a svalutazione yuan, unilateralismo inutile

Il premier cinese Li Keqiang parla all'indomani dell'annuncio di nuovi dazi con cui Usa e Pechino si sono colpiti a vicenda

Wall Street, nessun contraccolpo dal nuovo capitolo dello scontro Usa-Cina

I due Paesi continuano a sfidarsi a colpi di dazi
iStock