Yahoo cambia nome in Altaba, sempre che la cessione di asset a Verizon ci sia

Il Ceo Marissa Mayer lascerà il cda del gruppo colpito da due attacchi hacker record; il gruppo tecnologico conta di chiudere la transazione entro la fine di marzo ma ammette che potrebbe saltare o essere rinegoziata

Yahoo lo ha ammesso: Verizon Communications potrebbe mandare in fumo o rinegoziare il piano da 4,8 miliardi di dollari siglato nel luglio 2016 per l'acquisto degli asset core del gruppo tecnologico colpito da due attacchi hacker record. Ciò conferma quanto ipotizzato dal mercato e fatto capire dal colosso newyorchese delle telecomunicazioni, che sta valutando il reale impatto di intrusioni informatiche illecite che hanno colpito complessivamente 1,5 milioni di account. Eppure Yahoo sembra credere di riuscire a chiudere un'operazione che riguarda siti come Yahoo Sport, Yahoo Notizie e Yahoo Finanza, ma anche il motore di ricerca omonimo, il servizio di email, la piattaforma per immagini Flickr e il blog Tumblr. E infatti ha già preparato il nome di quello che sarà rimasto di Yahoo dopo la cessione: Altaba.

Il senso del nome, un'alternativa di Alibaba
In un documento depositato a mercati chiusi il 9 gennaio, Yahoo ha spiegato che quando la transazione sarà completata (teoricamente entro la fine di marzo) cambierà nome per fare capire che il titolo Altaba può essere visto come un'alternativa di Alibaba, il colosso cinese dell'e-commerce di cui Yahoo possiede una quota del 15% che vale 35 miliardi di dollari circa. Secondo indiscrezioni di stampa, Altaba vuole essere la combinazione delle parole "alternative" e "Alibaba". Il cambiamento riflettere anche la traiettoria del gruppo Yahoo, da un colosso internet nato in una stanza della Stanford University nel 1994  (ormai tramontato) a un fondo di investimento con due asset principali: oltre alla quota in Alibaba, quella in Yahoo Japan (del 35,5%). Secondo alcuni analisti è però Alibaba il vero gioiello di Yahoo, il cui valore è legato al 61% al gruppo cinese al 13% a quello giapponese.

Altaba - che verrà scambiato in borsa e che fino ad ora nei documenti alla Sec è stato chiamato RemainCo - possiederà anche il cash di Yahoo e un insieme di brevetti che sta per essere venduto.

Giri di poltrone, il Ceo Marissa Mayer fuori dal cda
Completata la cessione a Verizon degli asset core, il consiglio di amministrazione di Yahoo dirà addio a sei membri tra cui l'amministratore delegato Marissa Mayer e il co-fondatore David Filo; la donna arrivata da Google al vertice del gruppo tech nel 2012 potrebbe restare in Yahoo una volta che diventerà parte di Verizon. Eric Brandt, ex direttore finanziario di Broadcom e nel cda dal marzo 2016, sarà a capo del Board di Altaba. Con lui ci saranno quattro persone che già fanno parte del cda.

Altri Servizi

La settimana economica e politica in America

Lunedì ci sarà l'attesissimo incontro alla Casa Bianca tra Donald Trump e alcuni amministratore della Silicon Valley. E poi ci sono i dati sulle case e ancora i discorsi di due presidenti della Fed
AP

Nonostante l'amministrazione Trump continui ad avere problemi interni enormi e fatichi a assumere funzionari per le posizioni più strategiche (ne abbiamo parlato qui), lunedì ci sarà un appuntamento fondamentale. Alla Casa Bianca infatti si incontreranno gli amministratori delegati delle aziende tecnologiche che per la seconda volta cercheranno di discutere con il presidente americano le politiche che potrebbe adottare nei prossimi mesi.

McDonald's e Olimpiadi chiudono partnership storica 3 anni in anticipo

La catena di fast food e il Comitato Olimpico Internazionale erano legati dal 1976
AP

McDonald's non sponsorizzerà più le Olimpiadi. Tre anni prima della scadenza naturale del contratto, il colosso americano del fast-food e il Comitato Olimpico Internazionale (Cio) hanno "di comune accordo" messo fine con effetto immediato alla loro storica partnership commerciale, che andava avanti dal 1976. Lo hanno annunciato con un comunicato congiunto sul sito del Cio. “Come parte del nostro piano di crescita globale, stiamo riconsiderando tutti gli aspetti del nostro business e abbiamo preso questa decisione per concentrarci su priorità differenti d'accordo con il Cio", ha detto il direttore marketing globale di McDonald's, Silvia Lagnado. "Nello scenario di business globale, che evolve velocemente, prendiamo atto della volontà McDonald's di concentrarsi su priorità differenti. Per queste ragioni, abbiamo deciso di comune accordo di andare ognuno per la sua strada", ha dichiarato Timo Lumme, il managing director dei servizi televisivi e di marketing del Cio. La catena di fast food farà un'eccezione: sponsorizzerà i giochi olimpici di Pyeongchang 2018, in Corea del Sud. Il Cio ha aggiunto che non ha "piani immediati" per trovare un sostituto a uno dei suoi sponsor principali. McDonald's è l'ultimo marchio Usa ad avere abbandonato la sponsorizzazione delle Olimpiadi negli ultimi due anni. Lo hanno già fatto Budweiser, Citi, Hilton e AT&T.

È morto il cittadino americano detenuto 17 mesi in Corea del Nord

Otto Warmbier era stato liberato il 13 giugno e si trovava in coma, forse da più di un anno. Pyongyang detiene altri tre cittadini americani

È morto Otto Warmbier, il cittadino americano di 22 anni liberato la settimana scorsa dal regime della Corea del Nord. Si trovava in coma dal marzo del 2016 secondo quando ha fatto sapere il regime di Pyongyang. La famiglia - che ha diffuso la notizia - aveva detto che aveva gravi danni neurologici. Warmbier, 22 anni, era stato liberato la settimana scorsa dopo 17 mesi di detenzione: si trovava in Corea del Nord come turista quando era stato arrestato il 2 gennaio 2016 e poi condannato a 15 anni di lavori forzati per aver cercato di rubare un cartellone della propaganda del regime in un albergo. Il giovane, dopo un processo per direttissima di solo un'ora, era stato condannato con l'accusa di "atto ostile contro lo stato".

Afghanistan, la Casa Bianca non ha una strategia chiara

Donald Trump ha dato pieni poteri al Pentagono che vorrebbe inviare 3.000-5.000 nuovi militari nel Paese
AP

Quando il presidente americano Donald Trump ha preso la sua prima più grande decisione sulla guerra in Afghanistan, non ha fatto alcun annuncio televisivo della Casa Bianca o un discorso a West Point. Invece ha fatto comunicare la svolta al Pentagono, che in un pomeriggio ha pubblicato un comunicato stampa firmato da James Mattis: il segretario alla Difesa ha annunciato di avere l'autorità di inviare migliaia di soldati nel Paese, dopo che gli Stati Uniti sono in guerra da 16 anni e hanno di stanza 8.800 soldati in totale.

Scontro tra navi in Giappone, morti sette militari americani

Una nave cargo filippina ha travolto la USS Fitzgerald. I membri della Marina stavano dormendo

Una scontro con una nave da carico ha distrutto la cabina del capitano di un cacciatorpediniere americano provocando sette morti. I marinai stavano dormendo per questo non hanno avuto il tempo per salvarsi. È successo in Giappone dove la nave cargo ACX Crystal, battente bandiera filippina, ha travolto la Uss Fitzgerald. 

Incontro Trump-Silicon Valley, tra segnali di pace e una possibile guerra

Oggi alla Casa Bianca la riunione con gli amministratori delegati dei colossi tecnologici: da una parte si discuterà di modernizzazione del governo, dall'altra di visti per stranieri e di capitali all'estero (quasi 600 miliardi di dollari)

Usa, Georgia al voto: spese record per un test su Trump

Elezioni speciali per un seggio alla Camera, attenzione nazionale. Spesi oltre 50 milioni di dollari: una cifra senza precedenti per un seggio a Capitol Hill
Ap

Wall Street da record

Nessun dato macroeconomico in agenda. Il presidente Donald Trump incontra gli amministratori delegati della Silicon Valley
AP

Nessuno vuole lavorare per l'amministrazione Trump

Il risultato è che in quasi cinque mesi di governo ci sono ancora centinaia di posti vacanti e a Washington si vive in un senso di immobilità
AP

Incontri segreti tra Corea del Nord e Usa per liberare prigionieri e aprire un canale diplomatico

Si sarebbero intensificati con l'elezione di Donald Trump. Poi la notizia delle condizioni del cittadino Usa Otto Warmbier li hanno bloccati
AP