YouTube pagherà una multa fino a 200mln per aver violato la privacy dei bambini

Raggiunto un accordo tra la Federal Trade Commission americana e Google il cui portale video è accusato di aver raccolto dati dei minori senza il consenso dei genitori

Accordo raggiunto tra Google e la Federal Trade Commission, l’autorità antitrust americana, per il procedimento aperto nei confronti di YouTube accusata di aver infranto le norme sulla privacy dei bambini. Come riporta Politico, Mountain View ha accettato di pagare una multa tra i 150 e i 200 milioni di dollari chiudendo un contenzioso che andava avanti ormai da settimane.

L’accordo potrebbe essere annunciato ufficialmente la prossima settimana e dovrebbe rappresentare la multa più alta mai comminata negli Stati Uniti per violazione del Children Online Privacy Protection Rule, le regole sulla protezione della privacy online dei minori. In sostanza, il portale video di Google ha raccolto informazioni personali da minori senza il consenso dei genitori.

Come riporta sempre Politico, c'è stata una votazione tra i membri dell’Ftc tre dei quali si sono espressi a favore e due contro l’accordo che è stato immediatamente inviato al dipartimento di Giustizia come parte del processo di revisione. Secondo quanto si legge, l’intesa prevede che YouTube apporti cambiamenti significativi in relazione ai suoi contenuti diretti ai minori.

Lo scorso febbraio, c’era stato un caso simile con una sanzione di 5,7 milioni di dollari inflitta a Musical.ly, ora nota come TikTok, che offre musica popolare tra i bambini e che non ha richiesto l’età degli utenti per tre anni. Va sottolineato però che si tratta dell’ultimo provvedimento dell’antitrust americana impegnata come non mai nel punire le violazioni della privacy delle grandi aziende della Silicon Valley. Solo il mese scorso era arrivata una stangata da 5 miliardi di dollari a Facebook per il caso di Cambridge Analytica.

Altri Servizi

New York vuole obbligare i negozi ad accettare i contanti

Il proponente della legge: "Diritto di scelta per i consumatori"

Per pagare anche una tazzina di caffè o una corsa in taxi, la carta di credito è diventata il metodo di pagamento preferito, se non esclusivo, in molte parti del mondo. Essere costretti a usarla, senza avere l'opzione dei contanti, potrebbe presto essere illegale a New York City.

Ambiente, Trump cancella norma di Obama a difesa dei fiumi

 Accontentati agricoltori e costruttori

L'amministrazione Trump ha messo a punto una norma che eliminerà le protezioni ambientali per corsi d'acqua, paludi e altri corpi idrici, consegnando un'importante vittoria ad agricoltori, produttori di combustibili fossili e grandi costruttori, contrari alle regole imposte dalla presidenza Obama. Dal primo giorno alla Casa Bianca, scrive il New York Times, il presidente Donald Trump diceva di voler abrogare il "Waters of the United States" di Obama, inviso ai proprietari terrieri rurali. La nuova norma, che entrerà in vigore nelle prossime settimane, è solo l'ultimo passo compiuto dall'amministrazione attuale per eliminare o indebolire le leggi o i regolamenti a difesa dell'ambiente voluti da Obama, un pacchetto di regole "orribile", "distruttivo", "uno dei peggiori esempi dell'eccessivo intervento federale", secondo Trump. 

Wall Street, l'Oms rassicura sul coronavirus

Lo considera un'emergenza sanitaria in Cina, non nel. mondo
AP

Telefono Bezos hackerato, l'Onu chiede un'inchiesta sul principe ereditario saudita

 "Voleva influenzare la copertura mediatica dell'Arabia Saudita da parte del Washington Post"
AP

L'Arabia Saudita potrebbe aver hackerato il telefono di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, per cercare di influenzare la copertura mediatica del regno da parte del Washington Post, quotidiano detenuto dallo stesso imprenditore statunitense. Lo sostengono le Nazioni Unite, che per questo hanno chiesto agli Stati Uniti l'apertura di un'indagine per verificare il "possibile coinvolgimento" del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

Wall Street, preoccupa il coronavirus

Si teme l'emergenza sanitaria mondiale
AP

Trump: "I palestinesi reagiranno male, ma l'accordo di pace è positivo per loro"

Il presidente Usa svelerà nei prossimi giorni il suo piano
Ap

"Sono sicuro che forse reagiranno negativamente in un primo momento, ma in realtà è molto positivo per loro. Hanno un sacco di incentivi". Questo il commento del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sulla possibile reazione dei palestinesi all'accordo di pace in Medio Oriente; l'amministrazione statunitense sta lavorando da tempo a un piano.

Wall Street avanza dopo la trimestrale Ibm

Da Davos, Trump minaccia dazi sulle auto Ue senza accordo commerciale con Bruxelles
AP

Wall Street, l'attenzione resta sui rapporti Usa-Cina

Il presidente Trump ha ribadito che la 'fase due' dei negoziati comincerà molto presto
AP

Inizia la difesa di Trump nel processo di impeachment al Senato

Difesa avra' 3 giorni a disposizione per presentare i propri argomenti
AP

Dopo i tre giorni concessi all’accusa per le argomentazioni iniziali nel processo di impeachment contro il presidente statunitense Donald Trump, oggi e’ il turno della difesa. Ad inaugurare i tre giorni a disposizione della difesa ci ha pensato il consigliere della Casa Bianca, Pat Cipollone.

Impeachment Trump, la difesa: "Processo incostituzionale"

Il team legale del presidente risponde alle accuse. Per i democratici, va rimosso perché rappresenta "una minaccia alla sicurezza nazionale"
Ap

I legali del presidente statunitense Donald Trump hanno respinto con decisione le accuse che hanno portato al suo impeachment, definendo il processo contro di lui "incostituzionale" e "un attacco alla libertà di voto degli americani". I democratici, invece, hanno chiesto al Senato di rimuovere la "minaccia alla sicurezza nazionale" che il presidente rappresenta. Nei primi documenti consegnati per il processo in Senato, emergono chiaramente le strategie e le opposte argomentazioni sul destino di Trump, anche in vista delle presidenziali di novembre.