Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione

Covid-19
Coronavirus, l'amministrazione Trump intende pagare le cure dei malati non assicurati

L'amministrazione Trump avrebbe intenzione di usare il pacchetto di stimoli federali da 2.000 miliardi di dollari anche per rimborsare agli ospedali i costi sostenuti per curare le persone affette dal Covid-19 che non sono assicurate, a patto naturalmente che non facciano pagare i pazienti. Lo riferiscono due fonti del Wall Street Journal. Il piano dell’amministrazione Trump, che potrebbe essere reso pubblico oggi, segue le critiche dirette alla Casa Bianca per non aver esteso i termini per consentire ai cittadini di sottoscrivere un'assicurazione sotto l’Affordable Care Act, ovvero la riforma sanitaria dell'ex presidente Barack Obama.

Covid-19
Coronavirus, Georgieva (Fmi): crisi senza precedenti

"È una crisi senza precedenti, molto peggiore di quella finanziaria" del 2007-2009 per l'economia globale. Lo ha dichiarato la direttrice del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, che ha partecipato alla conferenza stampa quotidiana dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sull'emergenza coronavirus.

Georgieva ha poi detto che il Fondo monetario internazionale sta lavorando con la Banca mondiale e altri istituti finanziari internazionali per aiutare i Paesi ad affrontare l'emergenza provocata dal nuovo coronavirus, che ha infettato più di un milione di persone in tutto il mondo.

L'Fmi ha 1.000 miliardi di dollari di fondi d'emergenza e "siamo determinati a usarne la quantità necessaria"; più di 90 Paesi hanno fatto richiesta per ottenere questi aiuti, ha detto. "Non avevamo mai visto un tale aumento della domanda per i fondi d'emergenza" ha spiegato. "Il virus colpisce le persone vulnerabili e, allo stesso modo, colpisce i Paesi vulnerabili". "Il mio messaggio di chiusura è che riusciremo a superare questa situazione, ma la velocità e l'efficacia dipenderanno molto dalle azioni che prenderemo".

Covid-19
Coronavirus, Pelosi: serve altro piano aiuti a imprese e famiglie

La speaker della Camera statunitense, Nancy Pelosi, ha dichiarato che i parlamentari potrebbero mettere momentaneamente da parte un piano per le infrastrutture per lavorare a un nuovo piano di stimoli economici simile a quello da 2.200 miliardi di dollari già approvato la scorsa settimana. Secondo la leader democratica, potrebbe essere necessario "raddoppiare" l'impegno preso con "il Cares approvando un Cares 2. Dobbiamo estendere e ampliare la legislazione bipartisan per andare incontro ai bisogni degli americani" ha scritto Pelosi, in una nota. "È imperativo assistere maggiormente le piccole imprese [...] e le famiglie con pagamenti diretti. Dobbiamo inoltre fornire le risorse necessarie per i nostri ospedali e i lavoratori del settore sanitario che operano in prima linea. Non potremo avere successo nello sconfiggere il virus se non sosterremo maggiormente i governi locali e statali con una quantità significativamente maggiore di risorse".

Dati
Ism servizi scende a 52,5 punti a marzo, sopra le stime

A marzo, l'Ism servizi è sceso, ma meno delle attese degli analisti. L'indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti, redatto dall'Institute for Supply Management, è sceso a 52,5 punti dai 57,3 di febbraio; gli analisti si aspettavano un ribasso a 45 punti. Guardando alle singole componenti, quella sull'andamento aziendale è passata a 48 punti dai 57,8 punti di febbraio, quella sull'occupazione è scesa a 47 punti da 55,6, mentre quella sui prezzi è diminuita a 50 dai 50,8 punti del mese precedente; infine, la componente relativa ai nuovi ordini è diminuita a 52,9 dai precedenti 63,1. Da segnalare che un valore al di sopra della soglia dei 50 punti indica una fase di espansione della congiuntura.

Dati
Pmi servizi a marzo scende a livelli record, 39,8 punti

L'attività nel settore servizi statunitense è notevolmente diminuita a marzo, registrando la maggiore contrazione da quando esiste l'indice servizi Pmi, redatto da Markit. La lettura finale è scesa a 39,8 punti dai 49,4 punti della lettura di febbraio, quando il dato era sceso a un livello associato a una contrazione, ovvero inferiore a 50 punti, per la prima volta dall'ottobre 2013. Il dato flash di marzo era stato pari a 39,1 punti; le attese per il dato finale erano di 42 punti.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Rapporto sull'occupazione per il mese di marzo alle 8:30 (le 14:30 in Italia). Posti di lavoro creati. Precedente: +273mila. Consensus: -10mila. Tasso di disoccupazione. Precedente: 3,5%. Consensus: 3,7%. Salari orari. Precedente: +0,32% mensile. Consensus: +0,2%. Precedente: +3,0% annuale. Consensus: +3,0%.

Pmi servizi per il mese di marzo alle 9:45 (le 15:45 in Italia). Precedente: 49,4. Consensus: 37,9.

Ism servizi per il mese di marzo alle 10 (le 16 in Italia). Precedente: 57,3. Consensus: 45,0.

Numero delle trivelle petrolifere attive alle 13 (le 19 in Italia).


Appuntamenti societari

Nessuna trimestrale di rilievo da segnalare.


Altri appuntamenti

Il presidente Usa Donald Trump incontra i Ceo delle aziende petrolifere Usa alla Casa Bianca.