Wall Street, l'attenzione resta sul coronavirus

Il presidente della Fed, Jerome Powell, atteso da un'altra giornata di testimonianza in Congresso

Wall Street apre in rialzo, Dj e S&P su nuovi massimi

Wall Street ha aperto in rialzo, con il Djia e l’S&P 500 su nuovi massimi intraday, prolungando il rally recente che aveva portato sia l’indice generico che il Nasdaq a chiudere ieri su livelli record. Dietro la corsa al rialzo dei listini ci sono i segnali di ripresa dell’economia americana e una stagione delle trimestrali migliore delle attese. Ma i riflettori continuano a essere puntati sul coronavirus dalla Cina. I mercati sembrano rincuorati dal fatto che la diffusione del virus stia rallentando. Stando agli ultimi dati forniti da Pechino, si sono registrati ‘solo’ 97 nuovi decessi mentre i contagiati sono oltre 44.000. Inoltre, ieri il direttore dell’Oms ha detto che esiste una 'possibilità realistica di fermare' la diffusione del virus - il cui nome ufficiale è "Covid-19" - nel mondo. E, sempre ieri, parlando davanti alla commissione affari finanziari della Camera, il presidente della Fed, Jerome Powell, ha detto che gli Usa stanno monitorando attentamente l’epidemia e i suoi possibili effetti sull’economia. Powell dovrebbe apparire nuovamente oggi di fronte alla commissione bancaria del Senato. I mercati hanno perlopiù ignorato la vittoria di Bernie Sanders alle elezioni primarie democratiche del New Hampshire. Il petrolio guadagna il 2,92% a 51,40 dollari al barile dopo che l’Opec ha nuovamente tagliato la stima sulla domanda di greggio per l’anno in corso, soprattutto per l'effetto del coronavirus. Si tratta del sesto taglio delle stime sulla domanda da parte dell’organizzazione di paesi produttori di petrolio negli ultimi nove mesi. Il Djia sale di 220,53 punti, lo 0,75%, a quota 29.496,87. L’S&P 500 avanza di 18,96 punti, lo 0,56%, a quota 3.376,71. E il Nasdaq guadagna 67,71 punti, lo 0,70%, a quota 9.704,16.

Future su Wall Street in rialzo, si riducono timori per coronavirus

I future su Wall Street viaggiano in rialzo dopo che sia l’S&P 500 che il Nasdaq hanno chiuso su nuovi massimi la seduta precedente. Dietro la corsa al rialzo dei listini ci sono i segnali di ripresa dell’economia americana e una stagione delle trimestrali migliore delle attese. Ma i riflettori continuano a essere puntati sul coronavirus dalla Cina ma i mercati sembrano rincuorati dal fatto che la diffusione del virus stia rallentando. Stando agli ultimi dati forniti da Pechino, si sono registrati ‘solo’ 97 nuovi decessi mentre i contagiati sono oltre 44.000. Inoltre, ieri il direttore dell’Oms ha detto che esiste una 'possibilità realistica di fermare' la diffusione del virus - il cui nome ufficiale è "Covid-19" - nel mondo. Parlando ieri durante un’udienza davanti alla commissione affari finanziari della Camera, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha detto che gli Usa stanno monitorando attentamente l’epidemia e i suoi possibili effetti sull’economia. Powell dovrebbe apparire nuovamente oggi di fronte alla commissione bancaria del Senato. I mercati hanno perlopiù ignorato la vittoria di Bernie Sanders alle elezioni primarie democratiche del New Hampshire. Sul fronte aziendale, prima dell’apertura delle contrattazioni, Teva guadagna il 3,41% a 12,75 dollari dopo che gli utili e i ricavi relativi al quarto trimestre dell’anno della casa farmaceutica hanno superato le stime degli analisti. Lyft invece perde il 4,67% a 51,42 dollari dopo che la rivale di Uber ha riportato profitti inferiori alle attese di Wall Street. Il petrolio guadagna il 2,14% a 51,01 dollari al barile dopo che l’Opec ha nuovamente tagliato la stima sulla domanda di greggio per l’anno in corso, soprattutto per l'effetto del coronavirus. Si tratta del sesto taglio delle stime sulla domanda da parte dell’organizzazione di paesi produttori di petrolio negli ultimi nove mesi. I future sul Djia aggiungono 138,00 punti, lo 0,47%; quelli sull’S&P 500 13,50 punti, lo 0,40%; mentre i future sul Nasdaq salgono di 47,75 punti, lo 0,50%.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Scorte di petrolio per la settimana conclusa il 7 febbraio alle 10:30 (le 16:30 in Italia). Precedente: +3.355 milioni di barili. Scorte di benzina. Precedente: -0,091 milioni di barili. Scorte di distillati. Precedente: -1,512 milioni di barili. Utilizzo della capacità degli impianti: Precedente: 87,40%


Appuntamenti societari

Trimestrale Cvs Health, orario da definire.


Altri appuntamenti

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, presenta il Monetary Policy Report alla commissione bancaria del Senato.

Il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, presenta la proposta di budget per l’anno fiscale 2021 a commissione budget del Senato.