Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

"Pensiamo che l'Italia sia l'area più comparabile agli Stati Uniti, in questo momento". A dirlo è stato il vicepresidente statunitense, Mike Pence, intervistato dalla Cnn sull'emergenza coronavirus. "Il nostro messaggio di ieri e per i prossimi 30 giorni è che il futuro è nelle nostre mani" ha dichiarato.

Alla domanda sul paragone fatto pochi giorni fa dal presidente Donald Trump tra i morti per coronavirus e quelli negli incidenti stradali, Pence ha risposto: "Il presidente è una persona ottimista". Trump aveva cercato di minimizzare la diffusione del coronavirus e l'aumento del numero di morti, affermando che decine di migliaia di persone muoiono ogni anno per l'influenza stagionale e in incidenti stradali, eppure nessuno chiede alle case automobilistiche di smettere di produrre auto.

Sono 189.633 i casi di nuovo coronavirus registrati negli Stati Uniti, secondo l'ultimo aggiornamento; i morti sono 4.081, i guariti 7.136. Per numero di casi, gli Stati Uniti sono il primo Paese al mondo.

 

New York

Le persone risultate positive al nuovo coronavirus, nello Stato di New York,  sono 83.712, i morti 1.941. Lo ha dichiarato il governatore Andrew Cuomo, nella consueta conferenza stampa quotidiana sull'emergenza; rispetto a ieri, ci sono 7.917 casi e 391 morti in più. "Il numero continuerà a crescere" ha detto. Il governatore ha poi dichiarato che il picco "sarà intorno alla fine di aprile". Secondo le proiezioni, lo Stato di New York avrà bisogno di 110.000 letti di ospedale e 37.000 ventilatori.

"Dovremmo cominciare a guardare avanti per capire come questa esperienza ci cambierà, o come dovrebbe cambiarci. Non credo che torneremo alla normalità. Penso che avremo una nuova normalità" ha detto Cuomo. "La sfida sarà fare in modo che questa trasformazione sia positiva, non negativa" ha aggiunto.

Le persone risultate positive al nuovo coronavirus, nello Stato di New York, sono 83.712, i morti 1.941. Tra i positivi c'è anche il fratello di Cuomo, Chris, giornalista della Cnn. "Sono spaventato, sono preoccupato" ha detto il governatore, "perché non c'è niente che io possa fare".

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap