Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Il mese scorso, le aziende statunitensi hanno cominciato a licenziare, a cauda dell'emergenza coronavirus, i cui effetti saranno più visibili nei prossimi mesi; la disoccupazione è salita dai minimi degli ultimi 50 anni a un livello superiore a quello atteso dagli esperti. Negli Stati Uniti, a marzo sono stati persi 701.000 posti di lavoro, mentre gli analisti attendevano una riduzione di 10.000 posti di lavoro. La disoccupazione è salita dal 3,5% al 4,4%, contro attese per un 3,7 per cento.

Il rapporto non fotografa pienamente i danni provocati dal nuovo coronavirus, visto che i dati del dipartimento del Lavoro si riferiscono fino alla settimana conclusasi il 12 marzo, quando gli Stati Uniti cominciavano ad applicare le misure restrittive per fronteggiare l'emergenza. Si tratta, comunque, del primo dato negativo dal settembre 2010. Un dato più completo è quello arrivato dalle nuove richieste dei sussidi di disoccupazione, che sono state circa 10 milioni nelle ultime due settimane. Per quanto riguarda la disoccupazione, il rialzo di 0,9 punti rappresenta l’aumento maggiore su base mensile dal gennaio 1975; i disoccupati sono aumentati di 1,4 milioni a 7,1 milioni.

I salari orari - attentamente monitorati perché indicano l'assenza o meno di pressioni inflative - sono aumentati di 11 centesimi a 28,62 dollari, lo 0,39%; su base annuale sono saliti del 3,1%. La durata della settimana media di lavoro è diminuita di 0,2 ore a 34,2 ore. Il dato sulla partecipazione alla forza lavoro è sceso dal 63,4 al 62,7 per cento. Rivisto al ribasso il dato di febbraio: creati 214.000 e non 273.000 posti di lavoro, con la disoccupazione confermata al 3,5 per cento.

Altri Servizi

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap