Caso Stone, Pelosi contro Trump: "Un altro abuso di potere"

"Il presidente cerca ancora di servire i suoi interessi politici"
Ap

"È un abuso di potere, il presidente sta ancora cercando di manipolare il rispetto della legge per servire i suoi interessi politici". La speaker della Camera statunitense, Nancy Pelosi, ha attaccato il presidente Donald Trump nel suo consueto incontro settimanale con i giornalisti. "Il segretario alla Giustizia si è piegato a tale livello, che spiacevole delusione per il nostro Paese". Pochi giorni fa, Trump è stato assolto in Senato dall'accusa di abuso di potere e intralcio al Congresso in merito alle presunte pressioni sull'Ucraina per un'indagine su Joe Biden.

Pelosi, questa volta, si riferisce al 'caso Stone'. Il segretario alla Giustizia statunitense, William Barr, ha deciso di intervenire per diminuire la pena richiesta per Roger Stone, amico ed ex consigliere del presidente Donald Trump, per cui i procuratori avevano chiesto tra i 7 e i 9 anni di carcere. 

Trump aveva attaccato direttamente i procuratori e il giudice, parlando di una "situazione orribile e molto ingiusta" per Stone, condannato a novembre per aver mentito agli investigatori e per aver ostacolato le indagini del procuratore Robert Mueller sulle ingerenze russe alle elezioni del 2016. Più tardi, Barr è intervenuto, presentando in tribunale la richiesta per una condanna più lieve e meritandosi, su Twitter, le congratulazioni di Trump.

Dopo l'intervento del dipartimento di Giustizia, piuttosto raro in questi casi, i quattro procuratori che si occupavano del caso si sono dimessi. Il dipartimento di Giustizia si è difeso, affermando di aver deciso di intervenire per chiedere una condanna più lieve prima del tweet di Trump, perché sorpreso dalla richiesta eccessiva dei procuratori.

Altri Servizi

Wall Street verso un ribasso dopo la migliore tre giorni dal 1931

Gli Usa attendono che la Camera approvi il piano di stimoli economici da 2.000 miliardi di dollari
AP

Coronavirus, in California raddoppia in un giorno il numero di pazienti in terapia intensiva

Sono passati da 200 a 410 in meno di 24 ore, lo ha annunciato il governatore Gavin Newsom
Wikipedia

Il numero di pazienti affetti da coronavirus ricoverati in terapia intensiva in California è raddoppiato in meno di 24 ore, passando dai 200 di venerdì a 410 di sabato. A darne notizia è il governatore californiano Gavin Newsom che ha spiegato che anche il numero di pazienti ospedalizzati, risultati positivi al coronavirus, è aumentato del 38,6%, passando dai 746 di venerdì ai 1.034 di sabato.

È legge lo storico piano di aiuti da 2.000 miliardi, in Usa oltre 100.000 casi di coronavirus

Venerdì, l'approvazione alla Camera e la firma del presidente Trump. Il numero di malati raddoppiato in 3 giorni
Ap

Il presidente Donald Trump ha promulgato lo storico piano di stimoli economici da oltre 2.000 miliardi di dollari per sostenere famiglie e aziende statunitensi, nel giorno in cui i casi confermati di nuovo coronavirus sono raddoppiati nell'arco di 72 ore, superando le 100.000 unità. In precedenza, era arrivata l'approvazione della Camera con un voto a voce.

Coronavirus, oltre 2mila morti negli Stati Uniti. Trump rinuncia alla quarantena per New York

Il presidente americano impone delle limitazioni per provare a contenere i contagi dopo che negli Usa sono più di 120mila i casi
White House /Shealah Craighead

Donald Trump torna sui suoi passi e abbandona l’idea di mettere in quarantena gli stati di New York, New Jersey e Connecticut dopo che nelle ultime ore quest’idea, da lui stesso paventata, aveva riscosso non poche critiche. È lo stesso presidente americano a darne notizia su Twitter: "Su raccomandazione della Task Force Coronavirus della Casa Bianca e dopo essermi consultato con i governatori di New York, New Jersey e Connecticut, ho chiesto di limitare rigorosamente gli spostamenti nell'area, sotto il controllo degli stessi governatori, in consultazione con il Governo federale. Ma non sarà necessaria una quarantena", ha spiegato il tycoon.

Coronavirus, Wall Street fiduciosa sul piano di aiuti Usa

Tra i dati in programma oggi, le vendite di case nuove
AP

Coronavirus, Cuomo: "Prepararsi alla guerra". Trump pensa a una quarantena per New York

Il governatore dello Stato più colpito ribadisce l'urgenza di posti letto e respiratori e fornisce gli ultimi dati: 7.328 malati in ospedale, 1.755 in terapia intensiva, 728 morti (209 nelle ultime 24 ore). "Quarantena? Non ne so nulla" ha risposto
iStock

Ci sono 7.328 malati di Covid-19 ricoverati in ospedale, con 1.755 in terapia intensiva; i morti sono stati 209 nelle ultime 24 ore, il totale ora è di 728; i test effettuati finora sono stati 155.934, le persone risultate positive 52.318. Sono i numeri elencati in conferenza stampa da Andrew Cuomo, il governatore di New York, lo Stato statunitense più colpito dall'emergenza coronavirus.

Wall Street, attenzione rivolta ai sussidi di disoccupazione

Gli analisti temono un netto rialzo delle nuove richieste
AP

Trump e il coronavirus: tra salute pubblica ed economia si gioca il futuro da presidente

'The Donald' preme per far ripartire gli Stati Uniti al più presto, per paura che il crollo dell'economia possa costargli la rielezione. Potrebbe però far aggravare la crisi sanitaria, che non gli sarebbe perdonata dagli americani
General Electric

Coronavirus, Trump contro Gm e Ford: "Cominciate a produrre ventilatori, ora!"

Duro attacco del presidente Usa su Twitter, mentre l'emergenza negli Usa si allarga
Ap