Secondo gli analisti Netflix ha perso oltre un milione di utenti negli Usa per colpa di Disney+

Nell’ultimo mese il 5,8% degli abbonati della piattaforma di streaming californiana ha annullato la propria iscrizione per passare a quella rivale
iStock

Il grande successo ottenuto dalla Disney con la sua nuova piattaforma streaming, Disney+, sembra aver avuto degli effetti negativi su Netflix. A certificarlo è un recente rapporto condotto dalla società di analisi Cowen & Co., e riportato da Usa Today, secondo cui Netflix ha perso oltre 1,1 milioni di abbonati per colpa della nuova piattaforma streaming della Walt Disney, entrata sul mercato da poco più di un mese (è stata lanciata il 19 novembre scorso).

Secondo l’analisi condotta dalla società americana, 24 milioni di persone negli Stati Uniti si sono abbonate a Disney+ dal suo lancio, contestualmente il 5,8% degli utenti di Netflix ha annullato le proprie iscrizioni per effettuare il passaggio alla nuova piattaforma già soprannominata "la Netflix di Topolino".

Ma non è tutto perché la rilevazione ha analizzato anche il quarto trimestre di quest’anno sottolineando che il colosso dello streaming ha registrato una flessione di 1,6 milioni di spettatori, il 69% correlato proprio al debutto del nuovo servizio a cui si somma anche il lancio di Apple Tv+.

Va sottolineato però che negli ultimi tre mesi Netflix ha guadagnato 7,6 milioni di nuovi iscritti. Secondo l’analisi si tratta in ogni caso di cali fisiologici tant’è che le previsioni per fine anno prevedono una crescita sia per quanto riguarda gli abbonati negli Stati Uniti che quelli a livello mondiale che saliranno rispettivamente dai 60,6 milioni ai 61,2 e dai 158 milioni ai 166milioni.