Powell: "Lavoriamo per sostenere gli americani, Usa forse già in recessione"

Il governatore della Fed intervistato dalla Nbc. Sull'ipotesi del presidente Trump di far ripartire il Paese entro Pasqua, non si sbilancia: "Seguiamo gli esperti"
AP

Il governatore della Federal Reserve, Jerome Powell, si è rivolto agli americani durante un'intervista alla Nbc, assicurando che la banca centrale statunitense "sta lavorando duramente per sostenervi ora". Il piano di stimoli economici da 2.000 miliardi di dollari approvato la scorsa notte al Senato darà un "sollievo immediato" ai lavoratori colpiti dalla chiusura delle attività provocata dall'epidemia di coronavirus, ha detto Powell.

Gli Stati Uniti, ha aggiunto, "potrebbero già essere in recessione", ma l'attività economica dovrebbe ripartire nella seconda metà dell'anno. La banca centrale, ha concluso, continuerà a usare in modo aggressivo i suoi poteri per fornire prestiti d'emergenza. "Quando si tratta di prestiti, non finiremo le munizioni, non succederà. Abbiamo ancora spazi di manovra per sostenere l'economia".

Sull'idea del presidente Donald Trump di far ripartire il Paese entro Pasqua, Powell non si è sbilanciato: "Non siamo esperti di pandemia, quindi tenderemmo ad ascoltare gli esperti".