Vincere la lotteria della Carta Verde si può, parola di vincitrice

Attenzione a non cadere nel tranello: la lotteria del Governo americano è gratuita, diffidate di tutti i siti che non hanno il "dot gov"

Si chiama Diversity Visa Lottery, la lotteria online con la quale il Governo americano distribuisce a caso, ogni anno, 50.000 permessi di soggiorno a vita ad un corrispondente numero di stranieri di tutto il mondo baciati dalla fortuna. E non si tratta, vista la bizzarria della faccenda, di una leggenda metropolitana. Parola di vincitrice.

La lotteria non deve essere confusa con le bufale di cui il web è pieno. Moltissime associazioni pseudo governative promettono “green card” fasulle a malcapitati aspiranti immigrati, che una volta iscrittisi alla lotteria on-line si ritrovano perseguitati da telefonate, e-mail e richieste di denaro. La lotteria, quella vera, è gratuita e tutte le comunicazioni, a estrazione avvenuta, vengono fatte via posta.

Tutta questa confusione intorno alla lotteria nasce dal fatto che l’ambito premio in palio è quel prezioso pezzo di carta comunemente noto come Green Card, che consente di vivere e lavorare negli Stati Uniti senza alcun problema di visto. L'esistenza di una lotteria sembra incredibile dopo il giro di vite che il Governo americano ha posto in materia di immigrazione dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Eppure è tutto vero. Ma la rete è grande e spesso insidiosa. Diffidate quindi di chi vi alletta con la falsa promessa di una vittoria alla Green Card Lottery.

Chi veramente volesse scoprire cosa il destino ha in serbo clicchi su Diversity Visa Lottery e legga tutte le informazioni in questo articolo. Tra le infinite possibilità internettiane, nella ricerca del giusto sito, un po’ di buon senso potrebbe essere d’aiuto. Siccome la cosa, in fin dei conti, è molto seria – stiamo parlando di una superpotenza che ti dà la possibilità di diventare residente con tutte le carte in regola, vantaggi e svantaggi del caso inclusi – non dovrebbe essere difficile riconoscere la firma ufficiale del vecchio Zio Sam che, nel nuovo millennio, invita nel suo Paese solo attraverso siti che hanno l'estensione dot gov (.gov). Una volta sicuri di essere su una pagina web governative, e dopo essersi accertati di possedere i requisiti necessari e di appartenere ad un paese idoneo, non rimane che augurare a tutti buona fortuna. Perché vincere si può.

Ovviamente però, si può anche perdere, come è successo alla nostra Valeria Coffaro.