New York adotta il Wayfair: effettivo immediatamente per i rivenditori non residenti

Ecco i criteri in base ai quali sono soggetti all’imposta sulle vendite

Dopo la sentenza Wayfair avvenuta sette mesi fa che ha rimosso il requisito della presenza fisica per essere soggetti all’imposta sulle vendite, lo Stato di New York afferma che “alcune disposizioni esistenti nella legge fiscale dello stato di New York che definiscono il rivenditore soggetto alla Sales Tax sono da considerarsi immediatamente effettive”.

Queste disposizioni indicano che qualsiasi rivenditore con entrate cumulative lorde derivanti da vendite di proprietà personali tangibili superiori ai 300.000 dollari, o qualsiasi rivenditore che registra più di 100 transazioni sono considerati come “regolarmente o sistematicamente esercenti di un’attività nello Stato”.

Cosa significa per i rivenditori non residenti?
Sorgono diverse preoccupazioni in seguito all’affermazione dello Stato di New York. L’utilizzo della formula “immediatamente effettive” implica che queste regole sono in vigore sin dalla pronuncia sul caso Wayfair avvenuta il 21 giugno 2018.

L'Empire State afferma inoltre che le aziende che hanno raggiunto la soglia nei quattro trimestri precedenti e che non si sono ancora registrate, dovrebbero procedere immediatamente.

Rispetto agli altri Stati, quello di New York non ha fornito nessuna finestra temporale per permettere alle aziende di regolarizzare la loro posizione.

Come viene definita la soglia delle vendite?
Purtroppo lo stato newyorchese non ha fornito una definizione chiara sulla tipologia o natura delle transazioni che saranno considerate nella determinazione della soglia. Sembra che verrà utilizzata una definizione ampia di vendite, che potrebbe includere le vendite all'ingrosso e quelle esenti.

Un aspetto positivo riguarda la soglia delle vendite, che deve essere uguale o superiore ai 300.000 dollari e a 100 transazioni. Molte aziende, pur non superando la soglia di 100.000 dollari registrano più di 200 transazioni, quindi non hanno l’obbligo di pagare l’imposta sulle vendite nello stato di New York.

Quali azioni devono intraprendere le aziende?
Le aziende devono fare una valutazione immediata delle loro attività di vendita nei precedenti quattro trimestri nello Stato di New York.

Inoltre è importante che lavorino insieme a consulenti fiscali ed esperti del settore per determinare come definire le vendite (lorde/al dettaglio/all’ingrosso/esenti). Questa analisi è cruciale e impatterà la decisione di molte aziende in merito alla loro posizione fiscale.

Per qualsiasi domanda, il team italiano di Prager Metis è a disposizione. Scriveteci alla seguente email: afantozzi@pragermetis.com

Altri Servizi

Sanders stacca tutti in Iowa

Il senatore del Vermont ha il 25% delle preferenze secondo l’ultimo sondaggio
Ap

Inizia la difesa di Trump nel processo di impeachment al Senato

Difesa avra' 3 giorni a disposizione per presentare i propri argomenti
AP

Trump: "I palestinesi reagiranno male, ma l'accordo di pace è positivo per loro"

Il presidente Usa svelerà nei prossimi giorni il suo piano
Ap

Wall Street, l'Oms rassicura sul coronavirus

Lo considera un'emergenza sanitaria in Cina, non nel. mondo
AP

New York vuole obbligare i negozi ad accettare i contanti

Il proponente della legge: "Diritto di scelta per i consumatori"

Ambiente, Trump cancella norma di Obama a difesa dei fiumi

 Accontentati agricoltori e costruttori

Wall Street, preoccupa il coronavirus

Si teme l'emergenza sanitaria mondiale
AP

Telefono Bezos hackerato, l'Onu chiede un'inchiesta sul principe ereditario saudita

 "Voleva influenzare la copertura mediatica dell'Arabia Saudita da parte del Washington Post"
AP

Wall Street avanza dopo la trimestrale Ibm

Da Davos, Trump minaccia dazi sulle auto Ue senza accordo commerciale con Bruxelles
AP

Mnuchin avverte l'Italia: dazi Usa se applicherete la digital tax

Il segretario al Tesoro Usa intervistato dal Wall Street Journal: "Cercheremo una soluzione, come con la Francia"