New York adotta il Wayfair: effettivo immediatamente per i rivenditori non residenti

Ecco i criteri in base ai quali sono soggetti all’imposta sulle vendite

Dopo la sentenza Wayfair avvenuta sette mesi fa che ha rimosso il requisito della presenza fisica per essere soggetti all’imposta sulle vendite, lo Stato di New York afferma che “alcune disposizioni esistenti nella legge fiscale dello stato di New York che definiscono il rivenditore soggetto alla Sales Tax sono da considerarsi immediatamente effettive”.

Queste disposizioni indicano che qualsiasi rivenditore con entrate cumulative lorde derivanti da vendite di proprietà personali tangibili superiori ai 300.000 dollari, o qualsiasi rivenditore che registra più di 100 transazioni sono considerati come “regolarmente o sistematicamente esercenti di un’attività nello Stato”.

Cosa significa per i rivenditori non residenti?
Sorgono diverse preoccupazioni in seguito all’affermazione dello Stato di New York. L’utilizzo della formula “immediatamente effettive” implica che queste regole sono in vigore sin dalla pronuncia sul caso Wayfair avvenuta il 21 giugno 2018.

L'Empire State afferma inoltre che le aziende che hanno raggiunto la soglia nei quattro trimestri precedenti e che non si sono ancora registrate, dovrebbero procedere immediatamente.

Rispetto agli altri Stati, quello di New York non ha fornito nessuna finestra temporale per permettere alle aziende di regolarizzare la loro posizione.

Come viene definita la soglia delle vendite?
Purtroppo lo stato newyorchese non ha fornito una definizione chiara sulla tipologia o natura delle transazioni che saranno considerate nella determinazione della soglia. Sembra che verrà utilizzata una definizione ampia di vendite, che potrebbe includere le vendite all'ingrosso e quelle esenti.

Un aspetto positivo riguarda la soglia delle vendite, che deve essere uguale o superiore ai 300.000 dollari e a 100 transazioni. Molte aziende, pur non superando la soglia di 100.000 dollari registrano più di 200 transazioni, quindi non hanno l’obbligo di pagare l’imposta sulle vendite nello stato di New York.

Quali azioni devono intraprendere le aziende?
Le aziende devono fare una valutazione immediata delle loro attività di vendita nei precedenti quattro trimestri nello Stato di New York.

Inoltre è importante che lavorino insieme a consulenti fiscali ed esperti del settore per determinare come definire le vendite (lorde/al dettaglio/all’ingrosso/esenti). Questa analisi è cruciale e impatterà la decisione di molte aziende in merito alla loro posizione fiscale.

Per qualsiasi domanda, il team italiano di Prager Metis è a disposizione. Scriveteci alla seguente email: afantozzi@pragermetis.com

Altri Servizi

De Niro ancora contro Trump: "Abbiamo un aspirante gangster alla Casa Bianca"

L’attore americano ha parlato al The Late Show dove ha nuovamente puntato il dito contro il presidente americano

Continua lo scontro a distanza tra Robert De Niro e Donald Trump. Ospite del The Late Show condotto da Steven Colbert, il leggendario attore newyorchese ha definito il presidente degli Stati Uniti "un aspirante gangster", "un totale perdente" e un "fesso". L’intervista, andata in onda venerdì sera, è stata in realtà registrata martedì, dunque due giorni prima della pubblicazione del rapporto sul Russiagate del procuratore speciale Robert Mueller.

Car2go sospende il servizio a Chicago: troppi furti e frodi

Oltre 100 auto rubate nell’ultima settimana, 21 persone denunciate dalla polizia

Car2Go ha sospeso il suo servizio di car sharing a Chicago dopo aver subito il furto di decine di auto nell’ultima settimana. L’azienda ha annunciato che la sospensione è temporanea e che sta collaborando con la polizia per risolvere la questione. Come riporta il Washington Post, oltre 100 vetture sono state rubate grazie a delle iscrizioni fasulle all’app di Car2Go, fatte utilizzando carte di identità falsi associate a carte di credito rubate.

Columbine, 20 anni fa la strage del liceo di Littleton

Gli Stati Uniti ricordano le vittime mentre i Dem chiedono leggi per il controllo sulle armi

Trump deride ex membri del suo staff: dichiarazioni a Mueller sono "totali stronzate"

Il presidente attacca coloro che alla fine lo hanno salvato dall'accusa di ostruzione alla giustizia (ignorando i suoi ordini). Commissione Giustizia alla Camera Usa vuole rapporto Mueller completo entro l'1 maggio
Ap

Trump festeggia: temeva la fine della sua presidenza con l'inchiesta di Mueller

Il rapporto reso pubblico con omissis non esclude però che il presidente Usa abbia commesso crimini. Il segretario alla Giustizia Barr lo difende
AP

Russiagate: Barr difende Trump, il rapporto Mueller ora è pubblico (con omissis)

Il segretario alla Giustizia ha ripetuto più volte: "Nessuna collusione". Inoltre, ha stabilito che il presidente Usa non ha ostacolato le indagini
AP

Wall Street, giornata di dati e trimestrali

Attesi i dati sui sussidi e sulle vendite al dettaglio. Tra i conti, quelli di American Express
AP

La rivista Time: Salvini tra le 100 persone più influenti al mondo

Presenti altri due italiani: lo chef Massimo Bottura e il direttore creativo della maison Valentino, Pierpaolo Piccioli. Per le sei copertine, scelti Taylor Swift, Dwayne Johnson, Sandra Oh, Nancy Pelosi, Gayle King e Mohamed Salah
AP